Ha mal di testa: aveva un verme nell’orecchio – FOTO

Posted on

La creatura appartiene alla specie nel phylum dei o vermi a nastro, spiega Jon Norenburg, responsabile della sezione di zoologia degli invertebrati al Museo Smithsonian di storia naturale di Washington.

In questi ultimi giorni i cittadini del Merseyside (contea inglese di cui fa parte Liverpool) si sono lamentati di aver trovato degli esseri disgustosi nella loro acqua potabile. Se le uova, come nel caso precedente, vengono portate alla bocca da un essere umano, si schiuderanno all’interno dell’intestino colonizzandolo e dando luogo alla parassitosi. Dolori addominali: a causa sia della presenza del verme che della sua tendenza a sviluppare gas, si possono avvertire forti dolori addominali simili a crampi. Infezioni urinarie: gli schistosomi, possono spostarsi al tratto genito - urinario portando infezioni simili a cistiti con sintomi come bruciore alla minzione, sangue nelle urine e necessità di urinare frequentemente. (Foto 12) Foto 12: Zifio, rostro senza denti Il rapporto madre piccolo è estremamente importante nei cetacei, anche E’ questo il motivo per cui, spesso, l’uomo è spaventato dalla Donna Herbana, colei che da la vita, ma può donare anche la morte. Non vi sono dubbi che l’immagine del verme debba essere associato alla degradazione della carne e in particolare alla decomposizione del corpo umano dopo la sua morte terrena. Dopo 2-3 settimane le uova si schiudono liberando una larva detta miracidio (ciliata e natante) capace di penetrare nella parete del corpo di un gasteropode d’acqua dolce (Limnea). Certe persone reagiscono male anche al mais, alla soia ed alle uova, andranno quindi valutati tramite esami opportuni (test intolleranze alimentari), quali alimenti devono essere esclusi e quali sono permessi.

I maschi hanno il pene in testa e vivono a centinaia nel corpo della femmina: i policheti marini del genere Osedax, detti anche “vermi zombie”, hanno una bizzarra vita sessuale

  • forti dolori addominali,
  • coliche,
  • cacca sciolta (soprattutto nei bambini)

Possono infatti esserci uova sulla superficie della pelle, sotto le unghie, nella casa del bambino, nelle lenzuola, negli abiti, ma anche nella polvere.

Il contagio avviene tramite contatto diretto con gli animali, cibo contaminato, contatto diretto da un essere umano all’altro o mediante acqua potabile contaminata. I rotiferi sono organismi simili ai vermi, insaziabili e sempre in cerca di cibo, costituito da batteri, da alghe unicellularie e da piccoli protozoi. Essere certi della qualità dell’acqua e assicurarsi che sia potabile risulta indispensabile quando occorre lavare le verdure, soprattutto quando non dobbiamo cuocerle. Gli esseri viventi che si nutrono di componenti del nostro corpo (spesso sangue) sono dei parassiti, vivono cioè grazie alla possibilità di “rubarci” delle sostanze. Nonostante questo, in medicina cinese continua ad essere somministrato come farmaco che allevia la tossicità e uccide i parassiti. Alle volte può comparire sangue nelle urine alla fine della minzione, anche con coaguli. L’ Enterobiasi può anche essere contratta attraverso superfici di ambienti che sono stati contaminati da uova del verme solitario (es. Il corpo umano puó ospitare le tre specie seguenti: Schistosoma haematobium (schistostomiasi delle vie urinarie o urine di sangue egiziano), S. e S. japonicum mansoni (schistostomiasi intestinale). Le uova delle ascaridi inghottite diventano dei piccoli vermi che vano nel sangue fino ai polmoni, cusando pruriti in tutto il corpo o una tosse secca.

Responsabili dell’infezione sono gli ossiuri, dei piccoli vermi nelle feci di colore bianco. Principalmente essa si contrae per ingerimento inconsapevole delle uova dei vermi.

  • Alcune infezioni possono causare malattie gastrointestinali come la diarrea.
  • In casi estremi alcune infezioni da vermi possono portare persino alla morte, in particolare nel caso di strongili polmonari e dirofilarie.

Il veterinario curante sceglierà uno o una combinazione di diversi antibiotici, a seconda degli esiti dell’analisi delle urine e degli esami del sangue iniziali.

Negli umani causa in nove casi su dieci sintomi simili all’influenza, come mal di testa e dolori. Possono infatti esserci uova sulla superficie della pelle, sotto le unghie, nella casa del bambino, nelle lunzuola, negli abiti, ma anche nella polvere. Di norma, l’essere umano sviluppa l’infestazione da verme solitario dopo l’involontaria ingestione di uova o larve appartenenti a quest’ultimo. Un’avvertenza sulla procedura: lavarsi sempre molto bene le mani dopo aver incollato lo scotch sul nastro adesivo, perché le uova sono molto infettanti! Inizialmente si avvertono soprattutto disturbi urinari come: pollachiuria (aumento dello stimolo alla minzione), ematuria (sangue nelle urine), disuria (difficoltà ad urinare), irritazione della mucosa. Queste uova possono passare nei vasi sanguigni, attraverso la parete della vescica o dell’intestino in modo che possano essere escrete nelle urine o nelle feci. Se le uova sono prodotte principalmente nei vasi sanguigni del colon, i sintomi possono includere diarrea sanguinosa e dolore addominale, il quale tende a provocare crampi all’addome. Se le uova sono prodotte nei vasi sanguigni intorno alla vescica, i sintomi possono includere sangue nelle urine e dolore alla minzione. Le uova che non sono state espulse dal corpo possono anche viaggiare in altre parti del corpo e causare altri sintomi.

Sognare di essere sporchi di sangue o sognare di macchiarsi di sangue o sognare macchie di sangue:

  • Tra le uova le differenze sono davvero minime, come la forma ovale anziché rotonda oppure essere appuntite in una o entrambe le estremità.

Se viaggiate all’estero, prestate anche attenzione alla qualità dell’acqua potabile e all’igiene del cibo che consumate e ricordate di lavare bene frutta e verdura.

Possono sopravvivere per anni e restare silenti per settimane o mesi, e a loro volta, rilasciare le proprie uova che infetteranno altre parti del corpo umano. I pidocchi sono parassiti che infestano la testa e il collo, depongono le loro uova alla base del capello e si nutrono succhiando piccole quantità di sangue. Quando le femmine sono gravide di uova non possono rimanere nell’apparato intestinale dell’uomo e si allontanano dal corpo attraverso le feci. Esso dovrebbe essere effettuato non appena la persona affetta si sveglia al mattino (perché il bagno o movimenti intestinali possono rimuovere la maggior parte delle uova e dei parassiti). Il corpo è invece formato da tanti piccoli segmenti detti proglotidi che contengono le uova. Nei casi dubbi l’indagine diagnostica per eccellenza è rappresentata dallo scotch test: un nastro adesivo viene applicato nella zona anale per 10-15 minuti con conseguente adesione delle uova. Questo nastro viene poi analizzato al microscopio per la conferma diagnostica (le uova sono molto piccole e non si riescono a vedere ad occhio nudo). Una delle cause più comuni della persistenza degli ossiuri è infatti la continua trasmissione delle uova da parte di altri bambini, soprattutto in ambito scolastico. Da notare che parleremo solo dei vermi, ma ci sono anche altri parassiti intestinali come la Giardia o i Coccidi che, pur non essendo vermi, possono interessare il cane.

Per la prima volta, i ricercatori della Cornell University riferiscono di aver identificato marcatori biologici della malattia nei batteri intestinali e agenti microbici infiammatori nel sangue.

È fondamentale pertanto lo smaltimento di feci ed urine in modo tale che le uova non possano raggiungere i corsi d’acqua popolati dai molluschi, ospiti intermedi.

Una ragazza è stata ricoverata in un ospedale della Florida con dolori lancinanti allo stomaco dovuti agli esemplari di verme solitario che la madre l’aveva costretta ad ingerire. Nell’essere umano è universalmente conosciuto per rilevare il sangue occulto, nell’intento di prevenire possibili gravi malattie che riguardino il colon. Tuttavia, non causano una grave perdita di sangue, a meno che la colonia non sia molto numerosa, eventualità che potrebbe anche condurre alla morte del cane. Nel caso degli Ossiuri, si tratta di piccoli vermi bianco-trasparenti di circa 1 cm, detti anche Enterobius Vermicularis, che vivono esclusivamente nell’intestino umano. Questo perché le uova di tenia passano attraverso i movimenti intestinali: una persona che non si lava bene le mani prima di toccare il cibo, può contaminare gli alimenti. Il dottor Cheng-Ping Shih ha detto a NBC News che l’orecchio della donna era meno sensibile del solito a causa di molti anni con  l’apparecchio acustico. L’infezione avviene in prevalenza attraverso l’ingestione di acqua contaminata (acqua potabile, cubetti di ghiaccio, acqua per il bagno). Poiché i criptosporidi sono resistenti alla clorazione, deve essere assolutamente evitata una contaminazione dell’acqua potabile con materiale fecale. Le più diffuse infestazioni gastroenteriche dei nostri animali da compagnia sono causate da vermi appartenenti alla categoria dei Platelminti, con il corpo piatto, e dei Nematodi, detti anche vermi tondi. Questo particolare tipo di verme si diffonde facilmente grazie alle sue uova che possono vivere fuori dal corpo umano anche per due settimane.