Parassiti e controllo mentale: il caso delle formiche zombie

Posted on

Appena la larva di bruco nasce e inizia a nutrirsi l’uovo di vespa comincia a clonarsi spontaneamente, creando fino a 2000 uova geneticamente identiche e dello stesso sesso.

Quando il bruco raggiunge un particolare stato avanzato della sua crescita, le uova di vespa si schiudono, e qui inizia un film dell’orrore. Portrebbe accadere che una vespa depositi due uova di sesso diverso dentro lo stesso uovo di bruco. Costruisce per loro un bozzolo, vi rimane vicino e lo difende dagli aggressori finché, stremato, non muore di fame mentre le larve di vespa si trasformano nell’insetto definitivo. Questa nuova specie di vespa parassita è stata scoperta nel Golfo della Florida dallo scienziato Scott Egan, e qualche tempo dopo l’ha rivista sulle piante della Rice University di Houston. Euderus set depone le uova in un piccolo intaglio che una seconda vespa parassita chiamata Bassettia pallida ricava nel legno di una delle querce della specie Quercus geminata. Molti insetti come le coccinelle o i lombrichi sono i benvenuti, perché ci danno una mano nel creare un ambiente favorevole allo sviluppo delle piante e quindi delle verdure. Le larve dei vermi, dopo essersi liberate nell’acqua, sono poi in grado di infestare nuovi insetti, probabilmente facendosi ingerire con l’acqua stessa. E a proposito di “controllo mentale” concludiamo con alcuni filmati che danno una chiara idea di come finiscano certi esperimenti. Mi piace Caricamento… La vespa gioiello femmina ha la caratteristica di iniettare neurotossine per paralizzare gli insetti che utlizzerà come nutrimento per le proprie larve.

Controllo degli insetti e delle fisiopatie

  • Le uova,
  • Le larve microscopiche.

Nativa degli Stati Uniti Sud-orientali, questa specie depone le sue uova nelle minuscole camere di legno che un’altra vespa parassita, la cinipide , scava nelle querce della specie .

Queste protuberanze nodose, chiamate galle, sono una sorta di cisti degli alberi causate dalla presenza dei piccoli della vespa. Gli iperparassiti sono parassiti che sfruttano altri parassiti, come le vespe che depongono uova in altre vespe parassite, che a loro volta depongono le proprie all’interno dei bruchi. Oltre a capire come la vespa custode della cripta controlla la mente della sua ospite, Weinersmith e colleghi vogliono scoprire quanto il comportamento sia diffuso in altre specie. Questo fatto è causa della resistenza dell’insetto ai trattamenti e delle continue recidive dell’infestazione. I loro nemici sono altrettanto interessanti tra questi troviamo i funghi del genere Ophiocordyceps (immagine qui sopra), che possono letteralmente prendere il controllo della formica ospite. Gli esemplari di vespa killer delle cicale possono raggiungere la lunghezza di cinque centimetri, motivo per cui sono tra le vespe più grandi e formidabili che esistono. Nematode La  storia  dello studio delle infestazioni di Nematodi a carico degli Artropodi e/o specificamente degli Insetti è relativamente recente. Questo sistema di parassitismo introduce un elemento di controllo: la vespa non può utilizzare tutte le risorse per il suo sviluppo, altrimenti perde la difesa della coccinella. Qui illustreremo quelle che sono le specie più comuni nel controllo biologico dei parassiti della cannabis.

Parassiti e controllo mentale: il caso delle formiche zombie

  • Trattamento contro la carpocapsa della mela, pera e noce

Inoltre, sono innocue per le persone, e per questo si utilizzano come controllo biologico in agricoltura.

Se questo vi sembra inquietante o fantascientifico, sappiate che il “controllo mentale” è in realtà una strategia comune a numerosi parassiti. L’integrazione o anche l’alternanza di questi diversi metodi permette sicuramente un controllo maggiore dell’attività dei nematodi e della presenza di residui tossici. Ciò che esercita questo simpatico insetto è l’ipermanipolazione: un vero e proprio controllo del cervello, su cui esistono purtroppo ancora poche informazioni. Dai funghi agli insetti, alcune specie parassite hanno capito come controllare il comportamento dei loro ospiti per ottenere quello di cui hanno bisogno. (Credit foto: Wikimedia Commons/Jose Lino-Neto) In un esempio ben documentato di controllo esterno di un parassita, una vespa color smeraldo (Ampulex compressa) schiavizza un ben più grande scarafaggio (Periplaneta americana). La larva si incisterà nel capo della formica e riuscirà a prendere controllo e modificare il comportamento dell’insetto. Tra le vittime catturate da questi insetti, oltre ad altri insetti, ci sono anche piccoli vertebrati come lucertole, ranocchi, e giovani uccelli ma anche animali della loro stessa specie. Quando un bruco di macaone esce dall’uovo, comincia subito a mangiare voracemente le foglie della pianta su cui si trova. Le prime contribuiscono all’impollinazione delle piante e alla produzione del miele, le seconde sono degli ottimi predatori di altri insetti parassiti.

9. Proprio come un bruco, i crostacei hanno varie fasi nella della loro vita

  • dall’attività nutrizionale degli adulti sulle foglie
  • dall’attacco del sistema radicale da parte delle larve sotterranee

Gli afidi sono degli insetti chiamati anche “pidocchi delle piante”, per via delle loro dimensioni ridottissime.

Secondo gli scienziati, il controllo della mente del ragno avviene tramite l’iniezione, da parte della larva della vespa, di ormoni all’interno del corpo del ragno. Si tratta della prosecuzione del progetto MK-ULTRA, un programma di controllo mentale sviluppato dalla CIA, e testato su militari e civili. ORIGINI Durante il corso della storia, sono stati registrati molteplici resoconti che descrivevano rituali e pratiche simili al controllo mentale. Tuttavia è durante il 20 ° secolo che il controllo mentale diviene una scienza in senso moderno del termine, dove migliaia di soggetti sono stati sistematicamente osservati, documentati e sperimentati. Uno dei primi studi sulla metodica del controllo mentale basato sul trauma sono state condotte da Josef Mengele, medico che lavorava in campi di concentramento nazisti. I nazisti hanno continuato la loro opera nello sviluppo di tecnologie di controllo mentale e missilistica in segreto nelle basi sotterranee militari. Questi bambini sarebbero stati utilizzati per affinare e perfezionare ulteriormente le tecnologie sul controllo mentale di Mengele. Alcune caratteristiche specifiche per la farfalla monarca, sono applicabili anche al controllo mentale. Tuttavia, dati i limiti intrinseci di questo tipo di controllo mentale vennero introdotti svariati sistemi elettronici, come impianti cerebrali che sfruttano le tecnologie laser ed elettromagnetiche.

IL CONTROLLO MENTALE: TECNICHE SEGRETE

Oltre due milioni di americani sono stati programmati dal condizionamento basato sul trauma dal 1947 e la CIA ha ammesso pubblicamente i propri progetti sul controllo mentale nel 1970.

Diversi personaggi pubblici che vediamo nei nostri schermi tv e nei film sono schiavi del controllo mentale. Delle 25.000 specie registrate, il 50 % agisce come parassita nelle piante, negli insetti o in altri animali. Forse gli zombie non sono soltanto un’invenzione letteraria, magari sarà proprio questo parassita a prendere il controllo di tutto il genere umano. all’interno di una cavalletta; come può il verme uscire dall’insetto vicino all’acqua? Contattaci È grande come un seme di sesamo, ma la Dendrocerus scutellaris, una specie di vespa parassita della Costa Rica, sa probabilmente essere spietata. A seconda degli insetti che predano, le vespe parassite possono essere utili per il controllo naturale degli infestanti che danneggiano i raccolti, i quali fanno proprio una brutta fine. La larva di qualche vespa parassita si nutre della parte esterna dell’organismo, mentre altre perforano quell’organismo e si nutrono dall’interno. Seppure in misura molto minore, anche quello è un esempio di controllo mentale parassitico. prendono il controllo della vittima e la costringono a compiere certe parassiti; molti di loro prendono il controllo del cervello e del corpo delle