Rimedi - Vermi bianchi nelle feci: sintomi, diagnosi e terapia degli ossiuri (Parte 2)

Posted on

Dopo che le uova dei parassiti sono state ingerite servono circa 1 o 2 mesi perché si inizi ad avvertire prurito al sedere.

Nelle femmine l’infezione da ossiuri potrebbe diffondersi alla vagina e causare un’infezione vaginale. Ovviamente la cura di Vermox è stata estesa a tutti i membri (anche i nonni hanno dovuto farla) e il piccolino! I soggetti portatori della parassitosi da ossiuri potrebbero anche espellere i vermi nelle feci, facilmente riconoscibili perché si presentano come minuscoli fili bianchi lunghi circa 1 cm, bianchi e mobili. I farmaci sono infatti attivi solo su vermi e non anche sulle uova. Gli ossiuri, dicevamo, sono vermi che hanno l’aspetto di piccoli filamenti bianchi, sono molto sottili, lunghi circa 1 cm, e si muovono parecchio. Spesso tuttavia i vermi si ripresentano ciclicamente, anche per lunghi periodi, perché il vermifugo elimina i parassiti, ma non le uova. GLI OSSIURI Questi vermi assomigliano a piccoli fili bianchi, molto sottili, lunghi circa un centimetro e si muovono molto. Non ti preoccupare, spariscono con i farmaci I bambini piccoli possono essere facilmente colpiti da parassiti che si annidano nell’intestino, provocando disturbi più o meno evidenti. I parassiti intestinali, come i vermi, sono molto comuni fra i cani e i cuccioli, soprattutto quando passano parecchio tempo all’aperto.

Vermi bianchi nelle feci: sintomi, diagnosi e terapia degli ossiuri

  • presenza di parassiti nelle feci,
  • sintomi simil-asmatici che insorgono di ritorno da un viaggio in Paesi tropicali.

Esistono quattro specie di vermi che possono infestare i cuccioli, ciascuna delle quali causa sintomi differenti e problemi potenzialmente mortali.

Ossiuri e parassiti (vermi intestinali) meno noti possono essere i responsabili di notti insonni e trascorsei con grandi mal di pancia, in particolare dei bambini. Sono necessari dei farmaci specifici per prevenire e curare questi fastidiosi vermi, dato che alcuni potrebbero anche compromettere la vita del tuo amico fedele. Gli ossiuri sono piccoli vermi filiformi di colore bianco abbastanza grandi da essere visibili ad occhio nudo. Ecco alcuni consigli per prevenire l’ossiuri: - Lavare la zona ano-genitale con acqua e sapone tutte le mattine per creare un ambiente avverso ai vermi nei bambini. Gli ossiuri che escono di notte moriranno, le uova depositate nella zona dell’ano moriranno, e gli ossiuri dentro l’intestino usciranno, per l’ultima volta, morti. Essa consiste nella presenza di piccoli vermi nelle feci dei bambini, ma prevede una terapia semplice per debellare la malattia. Questo perché i sintomi della presenza di vermi nelle feci non sono molto evidenti ed immediati. Essi principalmente consistono in un forte prurito che il bambino avverte al sedere specie di notte, momento in cui i vermi si spostano. Nelle bambine invece, l’infezione potrebbe protrarsi anche alla vagina, con conseguente prurito vaginale.

Terapia per i vermi (ossiuri) in adulti e bambini

  • Ingerendo le uova o le larve dei parassiti presenti nel terreno oppure leccandosi;
  • Mangiando uccelli, roditori o altri animali morti;
  • Dalle pulci;
  • Dalla madre, mentre si trovano ancora nell’utero.[13]

Per questo motivo è importante mantenere anche a casa una corretta igiene, per prevenire l’infezione da vermi nelle feci.

Difatti grattandosi a causa del prurito, le uova covate dai vermi nelle feci si attaccano sotto le unghie posandosi  successivamente su tutti gli oggetti o superfici che il bimbo toccherà. L’infezione dipende dalla presenza di minuscoli vermi, di cui vengono casualmente ingerite le uova, che poi si schiudono nell’intestino, colpendo intestino crasso e retto. Dalla bocca le uova scenderanno nell’intestino e si schiuderanno soprattutto nella zona dell’ano e della vagina, dove le uova tendono ad accumularsi, provocando infiammazione e prurito. Anche se i vermi sono invisibili, è difficile non accorgersi del fatto che il bambino ha contratto l’infezione, dato che questo tenderà a grattarsi spesso. Rispetto ai bambini, quando gli ossuri si diffondono negli adulti, i sintomi sono più o meno gli stessi. Il bambino, grattandosi, può far depositare queste uova sotto le unghie che a loro volta possono diffondersi su coperte, lenzuola, giocattoli o direttamente ad altri bambini. L’ossiuriasi può diffondersi facilmente, soprattutto nei luoghi affollati e frequentati da molti bambini, essendo le uova molto resistenti e potendo restare vitali e infestanti anche per 2-3 settimane! Questo perché i farmaci sono attivi solo sui vermi e non sulle uova! Una delle cause più comuni della persistenza degli ossiuri è infatti la continua trasmissione delle uova da parte di altri bambini, soprattutto in ambito scolastico.

Responsabili dell’infezione sono gli ossiuri, dei piccoli vermi nelle feci di colore bianco. Principalmente essa si contrae per ingerimento inconsapevole delle uova dei vermi.

  • bambini,
  • famigliari dei bambini colpiti.

Nelle bambine, le uova si spostano anche verso la vagina, provocando infiammazione dei genitali esterni.

“Il sintomo più evidente è il prurito, per cui il bambino si gratta spesso il sedere o, se è una bambina, anche la zona vulvare. Un’avvertenza sulla procedura: lavarsi sempre molto bene le mani dopo aver incollato lo scotch sul nastro adesivo, perché le uova sono molto infettanti! Ce ne sono anche altri, che sono però molto meno diffusi e - a differenza degli ossiuri - sono più legate alle condizioni igienico-sanitarie in cui vive il bambino. Tra i sintomi principali del disturbo che interessa le pareti intestinali sono: Sono vermi lunghi, alcuni tra quelli di maggiori dimensioni che possono colpire le pareti intestinali. Si tratta dei parassiti infantili più noti, molto diffusi anche tra i piccoli bimbi italiani. A guardarli attentamente sono molto simili a fili di lana bianchi e se particolarmente formati è possibile osservarli anche sottopelle, consentendo una diagnosi piuttosto rapida, da parte del pediatra. Questi sintomi, tipici di una colonizzazione parassitaria da ossiuri, dovrebbero essere combattuti quanto prima, considerata la facilità con cui può avvenire la trasmissione, anche tra le persone adulte. Esistono svariate cause che possono favorire il prolificarsi dei vermi nell’intestino. Gli ossiuri (Enterobius vermicularis), noti come “vermi dei bambini”, sono parassiti bianchi e sottili, responsabili dell’ossiuriasi.

I vermi sono ampiamente presenti nell’ambiente, dove vengono generalmente dispersi o da animali domestici, come cani e gatti, o da persone infette.

Tra i sintomi: prurito intenso intorno all’ano o alla vagina. Salve il mio bimbo di 7 anni ha preso purtroppo i vermi ed ora sta facendo la cura con vermox sciroppo. I bambini più colpiti sono quelli nella fascia d’età della scuola dell’infanzia e della primaria. Questi vermi, ascaridi o ossiuri, sono difficili da vedere a occhio nudo perché minuscoli, biancastri, filiformi e sottili. Questi vermi vivono nell’intestino e si diffondono disperdendo le uova nelle feci dell’ospite (il bambino). Nelle bambine, le uova si spostano anche verso la vagina, provocando infiammazione della zona vulvare. Sebbene esistono dei rimedi naturali contro il problema è bene, quando si tratta vermi nelle feci dei bambini preferire i farmaci. Anche l’aglio e la cipolla frullati, così come il mangiare carote, secondo i rimedi della nonna, possono aiutare a debellare la presenza di questi vermi intestinali. Anche tagliare frequentemente le unghie del bambino può evitare che questi vermi si annidino nelle fessure tra unghia e pelle per poi finire in bocca.