I parassiti intestinali, cosa sono e quali sono

Posted on

I Platelminti o vermi piatti sono generalmente vermi acquatici di piccole dimensioni con corpo molle.

Il Phylum dei Plathelminthes comprende vermi piatti a vita libera (Turbellaria), parassiti (Trematoda) e le tenie (Cestoda). Inoltre questo phylum è privo di: Essendo privi di un sistema circolatorio i vermi piatti si affidano alla diffusione. Alla luce di quanto detto la conformazione del corpo non poteva non presentare uno schiacciamento dorso-ventrale da cui per l’appunto il nome vermi piatti. Sempre nelle forme parassitarie possiamo trovare una struttura assenti nei vermi piatti a vita libera, il glicocalice. I vermi piatti dotati di faringe sono per lo più carnivori e predano invertebrati, i vermi piatti privi di faringe si nutrono con alghe e protozoi. I Trematodi comprendono due sottotaxa: Digenea: Sono vermi piatti parassiti. Come si evince dal nome, i Platelminti sono vermi a struttura appiattita, con movimento strisciante […] Il Phylum Plathelminthes o Platyhelminthes (dal greco: platys = piatto; hélminthos = verme ) conferisce loro il nome di vermi piatti, distinguendosi

I parassiti intestinali, cosa sono e quali sono

  • Canale alimentare altamente ramificato.

Le turbellarie (Amakusaplana acroporae) sono platelminti ossia vermi piatti che si nutrono del tessuto delle acropore.

I nuclei sono protetti dalla loro posizione profonda sotto gli strati muscolari della parete del corpo. I parassiti sono in grado di rilevare sostanze dell’ospite, nell’acqua e/o siti all’interno dell’ospite. Sono lunghi meno di 10 mm e come indica il loro nome sono privi di cavità, compreso il canale alimentare. Sono vermi comuni, presenti nelle acque costiere marine, nei laghi e negli stagni d’acqua dolce di tutto il mondo. I trematodi sono detti anche parassiti digenei o digenetici, a differenza di altri platelminti possono riprodursi sia sessualemente che asessualmente. Sono i parassiti di cui ho parlato in queste settimane, hanno un corpo suddiviso in tre parti. I cestodi non hanno un apparato alimentare, infatti questi parassiti non fanno altro che assorbire le sostanze nutritive che sono state digerite dall’ospite. I parassiti sono organismi che vivono a discapito di altri organismi (i cosiddetti organismi “ospiti”), traendo da questi le sostanze nutritive di cui hanno bisogno per sopravvivere, crescere e riprodursi. Nei confronti degli organismi ospiti, alcuni parassiti sono responsabili di affezioni più o meno gravi.

Spieghiamo cosa sono questi parassiti, come si manifestano e quali sono i rimedi antiparassitari per gatti più efficaci.

  • nuoto: lo stiramento e l’allentamento di particolari muscoli determina un movimento ondulatorio del corpo che facendo leva sull’acqua provoca il movimento.

I protozoi che, comportandosi come parassiti, possono causare malattie nell’essere umano sono chiamati anche protozoi patogeni.

Gli ectoparassiti sono tutti quegli organismi parassiti che vivono e si accrescono all’esterno dell’ospite, legandosi, per esempio, nel caso degli esseri umani, alla cute. Anche i vermi, in generale, non sono esattamente gli animali più sexy che si possano immaginare. Lei e i suoi compari vermi piatti sono i parassiti più grandi che possono vivere nell’uomo, e arrivano fino a 18 metri di lunghezza. I platelminti, cioè i vermi piatti, non sembrano forse spettacolari a prima vista; eppure da loro possiamo imparare una quantità di cose sconvolgenti. I vermi piatti, che si annidano normalmente nell’intestino, devono fare sforzi incredibili per restare nel loro nuovo riparo. La peristalsi scuote l’intestino, e se i vermi piatti non facessero qualcosa, sarebbero scaricati dal loro ospite senza grossi problemi. Alcuni vermi piatti risolvono questo problema aggrappandosi direttamente attraverso artigli e uncini che crescono dalla loro testa: ma altri passano la loro vita nuotando controcorrente. La storia evolutiva dei vermi piatti può essere tracciata partendo dalle forme più primitive che conosciamo. Eppure, i vermi piatti vivono all’interno dei loro parenti più stretti: i vertebrati terrestri.

I maschi hanno il pene in testa e vivono a centinaia nel corpo della femmina: i policheti marini del genere Osedax, detti anche “vermi zombie”, hanno una bizzarra vita sessuale

  • Intestino costituito da tre ramificazioni principali.

Nei 400 milioni di anni di vita dei vermi piatti, la Terra è stata devastata da quattro colossali estinzioni di massa.

Eppure, in alcune parti del mondo, ci sono vermi piatti che vivono ancora nello stesso modo in cui vivevano quando i dinosauri camminavano sulla Terra. I tetrabotridiati sono un gruppo di vermi piatti che parassitano solo uccelli marini e mammiferi marini, come le foche e le balene. Questi animali sono imparentati troppo alla lontana per condividere un parassita come eredità dei loro antenati. Quando, milioni di anni dopo, balene e foche presero il posto dei rettili marini negli oceani, i vermi piatti colonizzarono anche loro. Negli ultimi milioni di anni, i vermi piatti hanno scoperto ancora un altro ospite, uno che cammina su due gambe. E i parenti più vicini dei vermi piatti umani non si trovano negli scimpanzé, o negli altri primati, ma nei leoni e nelle iene. I vermi piatti - Il Phylum Platyhelminthes viene suddiviso in 4 platys = piatto; hélminthos = verme ) è costituito da circa Conducenti vita libera appartengono tutti alla classe dei Turbellari e sono presenti sulle rocce e nel fango e la sabbia dei fondali acquatici ( marini, salmastri e dulciacquicoli).

Cestodi nei gatti (vermi piatti)

Molti Iurbellari vivono negli stagni o in pozze temporanee mentre solo alcune specie, come la geoplanaria, sono tipiche dei terreni umidi.

I vermi piatti sono aprocti. Gli organi sensoriali dei vermi piatti comprendono ocelli fotosensibili, statocisti e recettori superficiali. In alcune specie, come le Planarie, cellule chemiorecettrici sono concentrate ai lati del capo formando campi sensori detti auricole. Per finire i cestodi che sono vermi piatti, il più noto è la Tenia. Questi organismi sono chiaramente dei protostomi, come risulta dalla loro segmentazione spirale e dalla presenza di cellule pluriciliate. Il corpo è appiattito dorso - ventralmente (da qui il nome “vermi piatti”) e può presentarsi sottile, fogliforme oppure nastriforme. I turbellari conducono vita libera, mentre i trematodi e i cestodi sono parassiti e si ritiene che siano derivati dai turbellari. Gli ascaridi sono nematodi, vermi tondi e sono i parassiti intestinali più frequenti nel cane (sono i vermi lunghi e sottili come spaghetti). Toxocara e Toxacaris possono colpire sia cuccioli che adulti, vivono nell’intestino e producono uova che sono eliminate con le feci nell’ambiente.

Tenia (vermi piatti)

Questa volta si tratta di cestodi o vermi piatti (sono quelli piccoli come chicchi di riso che si muovono appena emessi).

Gli anchilostomi (Ancylostoma caninum, Ancylostoma braziliense, Uncinaria stenocephala) fanno parte della famiglia dei nematodi, sono vermi tondi e possono causare serie infestazioni. I tricocefali (Trichuris vulpis) sono parassiti intestinali appartenenti ai nematodi, cioè ai vermi tondi. Gli strongili sono parassiti pericolosi nel cane in quanto oltre ad infestazioni intestinali possono provocare anche polmonite parassitaria. I coccidi sono parassiti endocellulari obbligati: negli adulti causano una diarrea autolimitante (anche se per sicurezza molti veterinari preferiscono trattarli loro), ma nei cuccioli possono provocare diarrea emorragica anche fatale. Plathelmynthes ) hanno simmetria bilaterale e il corpo piatto (per questo sono anche detti vermi piatti), lungo da pochi millimetri a diversi metri. PLATELMINTI O VERMI PIATTI Planaria I vermi piatti o platelminti sono i I vermi piatti, nella regione Nei vermi piatti si può avere anche una riproduzione per

Comprendere come i vermi piatti reagiscano a quel tipo di sollecitazioni potrebbe essere d’aiuto per capirne l’impatto sui tessuti umani danneggiati.

Andiamo a conoscere meglio queste creature che appartengono al Phylum dei Platelminti o vermi piatti. Come si evince dal nome, i Platelminti sono vermi a struttura appiattita, con movimento strisciante o, in alcune specie, con nuoto prodotto da ondulazioni muscolari. In verità i platelminti turbellari e quindi le planarie in genere,  sono vermi, mentre i nudibranchi sono molluschi. Acropora Eating Flat Worms (AEFW) Tra le più detestate, questi vermi piatti che mangiano le acropore, un incubo per tutti gli acquariofili. “Amakusaplana acroporae” è il nome scientifico della specie di verme piatto o platelminti, parassita delle acropore. Questi vermi piatti sopravvivono mangiando il tessuto del corallo e depongono le uova intorno alla base del loro scheletro, sono di forma ovale e di colore marrone. I Platelminti (dal greco “vermi piatti”) hanno il corpo compresso dorso-ventralmente. Nelle forme a vita libera, e talvolta anche nelle fasi larvali delle specie parassite, sono presenti organi di senso come papille tattili, fibre sensoriali e ocelli fotosensibili. Turbellari: hanno una regione anteriore differenziata come capo, sul quale sono visibili degli ocelli.

I Nemertini o Rincoceli (dal greco “cavità della proboscide”) sono vermi bilateri simili ai platelminti, bentonici e per lo più marini.

Dei vari ordini dei Turbellari delle acque interne sono interessanti i Temnocefali che hanno costumi particolari: vivono attaccati mediante una ventosa ad animali diversi che Alcuni Temnocefali sono semplici commensali dell’animale al quale aderiscono e si nutrono dei residui del loro pasto, altri però vivono a spese di esso succhiandone i fluidi, diventano cioè parassiti. piatti), animali a simmetria un verme piatto di acqua dolce. I vermi intestinali sono elminti; per la precisione, possono essere elminti Cestodi, elminti Trematodi o elminti Nematodi. Plathyhelmintes: vermi piattiZOOLOGIA Plathyhelmintes: vermi piatti Marco Oliverio 2 Platyhelmintes: vermi piatti 3 { parole chiave Simmetria bilaterale Triploblastici AcelomatiApparati respiratorio e circolatorio Vermi piatti. Tradizionalmente gli Aceli, privi anche della cavità grastrointestinale, sono stati considerati come il gruppo più primitivo. CESTODI rostello ventosaNella parte anteriore degli adulti, che spesso forma un capo distinto (scolice), sono presenti organi adesivi (rostelli, botri, botridi, acetaboli) in relazione alla diminuita capacità motoria. Le proglottidi più mature sono pressoché ripiene di uova fecondate, si distaccano dal corpo del verme, e vengono emesse dall’ospite definitivo con le feci.